Home page > 2. Articoli > Castiglioncello in festival: Inequilibrio 2011


Castiglioncello in festival: Inequilibrio 2011

sabato 18 giugno 2011

Mail Share
  • CASTIGLIONCELLO — Non c’èmare senza teatro per chi sarà a Castiglioncello dal primo al 10 luglio. Perché il tradizionale festival Inequilibrio animerà strade, piazze, e arriverà fino in riva al mare. Molti gli spettacoli in scena nel porto di Cala de’ Medici o sul lungomare di Rosignano e di Caletta; fra i protagonisti I Sacchi di Sabbia. Il nuovo direttore artistico Andrea Nanni, propone un cartellone con ben 43 spettacoli, fra cui 17 prime nazionali e 11 coproduzioni. Una proposta articolata, che si potrà seguire anche a distanza, grazie alla collaborazione con Radio3. Ogni giorno andranno in onda collegamenti con Castiglioncello, e c’è già grande attesa per il 7 luglio, quando Il Dottor Djembè, il programma di Stefano Bollani, David Riondino e Mirko Guerrini, sarà trasmesso in diretta dal Teatro Solvay.

    Tra le novità, anche una nuova sezione per bambini, con una programmazione speciale all’interno del Parco del Castello Pasquini. Originale Muddy Moody Fight Piuma, un set per la lotta mascherata nel fango, proposto dalla compagnia Fosca, che minaccia di conquistare i più piccoli. Ma, per tranquillizzare mamma e papà, sono già predisposte apposite docce... Arriveranno poi alcuni gruppi storici del teatro-ragazzi, come i Piccoli Principi che propongono Ba ba, basato sulle relazioni fra forme e colori, e Obraztsov, tema e variazioni, un cabaret con burattini, attori e musical dal vivo. Ma ci saranno anche alcuni gruppi emergenti e acclamati dalla critica che si avvicineranno per la prima volta al teatro per i più piccoli. Fra questi i fiorentini del Teatro Sotterraneo con La repubblica dei bambini, in cui i bimbi si trovano a dover allestire dal nulla un nuovo Stato, con la sua moneta e le sue istituzioni. In arrivo anche la compagnia di teatro-danza Kinkaleri e il gruppo dei Babilonia Teatri.

    Protagonista della sezione per adulti è invece Virgilio Sieni con tre spettacoli. Cinque nonne e Fuga sono due produzioni del festival, rispettivamente interpretati da donne anziane e da bambine del posto. Il primo spettacolo porterà gli spettatori dentro la casa di una delle protagoniste, creando una relazione intima fra pubblico e danzatrici. Sbarcherà poi al Castello Pasquini Atlante del bianco, il lavoro diretto da Sieni e interpretato da Giuseppe Comuniello, un ragazzo non vedente. I ravennati Nanou mettono invece in scena Motel, mentre Sandro Mabellini Un altro Amleto. Il Teatro Sotterraneo debutterà con Homo ridens, un esperimento di 40 minuti per studiare la reattività del pubblico a determinati stimoli. Fra gli altri spettacoli segnaliamo la compagnia di danza Mk, con Quattro danze coloniali viste da vicino, altra tappa di un lavoro su Il giro del mondo in ottanta giorni di Verne. Gherardo Vitali Rosati © Corriere Fiorentino, 18 giugno 2011, p.13 RIPRODUZIONE RISERVATA

  • SPIP | modello di layout | | Mappa del sito | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0