Home page > 2. Articoli > Firenze in scena con Dimitri Milopulos


Firenze in scena con Dimitri Milopulos

mercoledì 27 febbraio 2013

Mail Share
  • Corriere Fiorentino, 27 febbraio 2013

    Dall’alluvione al bombardamento dei ponti, dalla creazione del David di Michelangelo fino alla città dei nostri giorni. Con il suo Firenze - alla Limonaia sabato e domenica, ore 21 ‒ Dimitri Milopulos, direttore artistico del teatro, vuole rendere omaggio alla città che l’ha accolto da ormai 29 anni. E porsi una domanda: "Che succederebbe se alla città d’arte per eccellenza venisse a mancare l’arte?". Ecco allora in scena un enorme plastico di Firenze, animato dall’artista e dai suoi collaboratori. Il tutto è ripreso da microtelecamere e proiettato in tempo reale sullo sfondo, con una tecnica che fu utilizzata dal gruppo olandese degli Hotel Modern, ospiti di Intercity pochi anni fa.

    "Fin da quando ero bambino mi dedicavo al modellismo - spiega Milopulos - costruendo galeoni che poi distruggevo, per vederne la decadenza". E così accadrà per Firenze: " prima la presento come se fosse una fiaba, la faccio nascere, crescere, diventare una specie di carillon; poi la ferisco e le faccio attraversare i suoi disastri". Un’idea che nacque anni fa, durante una prova con Barbara Nativi: "mi arrabbiai moltissimo e dissi: ’basta, voglio fare uno spettacolo senza attori’. Adesso finalmente ci sono arrivato". Lo spettacolo fa parte del progetto 4D, dedicato da quattro teatri dell’area fiorentina al film Metropolis. "

    Fritz Lang usò l’effetto Schüfftanun, un gioco di specchi che permette di ingrandire una scenografia in miniatura. Con le mie telecamere, realizzo un effetto analogo, ma tutto in tempo reale". Il lavoro è durato circa un anno, nel corso del quale l’artista ha potuto riscoprire la sua città. "Mi sono rinnamorato di Firenze, l’ho riscoperta salendo sui palazzi, sulle torri, fotografando i musei ma anche i bagni pubblici. È una città che ci fa arrabbiare tutti i giorni, ma riscoprendo la sua memoria storica mi sono emozionato profondamente. Spesso durante le prove mi escono i lucciconi".

  • SPIP | modello di layout | | Mappa del sito | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0