Home page > 2. Articoli > Da Antonia Liskova a Francesco Montanari: arriva la prima produzione della (...)


Da Antonia Liskova a Francesco Montanari: arriva la prima produzione della Pergola

venerdì 20 aprile 2012

Mail Share
  • Corriere Fiorentino (Corriere della Sera /Firenze), 20 aprile 2012, pp.14-15

    Per la sua prima produzione teatrale il Teatro della Pergola scommette su volti noti del cinema e della televisione, da Antonia Liskova (Tutti pazzi per amore) a Francesco Montanari (Romanzo criminale). L’avventura inizia con la commedia Il Gioco dell’amore e del caso, una prima nazionale che il 24 aprile, la sera del debutto, si potrà seguire anche in diretta Twitter su CorriereFiorentino.it. In 140 caratteri lo spettacolo, gli ospiti e tutte le curiosità a cura di Ludovica Zarrilli. Firenzemadeintuscany.com realizzerà invece uno shot on site dell’evento del 24 aprile con interviste ai protagonisti e agli ospiti (repliche fino al 29 aprile).

    Antonia Liskova Fabrizia Sacchi

    È stata la penna di Giuseppe Manfridi a spolverare e adattare questa commedia del 1730 di Marivaux, mutando «servitori» in «impiegati» all’insegna di un linguaggio più vicino a noi. Seguono la stessa linea anche i costumi di Gabriella Pescucci, premio Oscar per L’età dell’innocenza nonché costumista di film come C’era una volta in America, Il nome della rosa. «Ho cercato di disegnare abiti allegri, che seguissero il divertimento del testo», spiega. E dice la bellissima Antonia Liskova, che debutta a teatro: «Sto cercando di prendere confidenza con questo teatro meraviglioso. Qui hanno recitato i più grandi. Salgo sempre sul palco con il massimo rispetto per questa sfida importante che spero di portare a termine».

    Una sfida doppiamente complessa, poiché la trama si basa su un continuo gioco di travestimenti. Lei interpreta Silvia, promessa in sposa a Dorante dalla sua famiglia. Per poter meglio osservare il futuro sposo, sceglierà di indossare i panni della sua dama di compagnia, Lisetta. Lo stesso farà Dorante, camuffandosi da Arlecchino, mentre i due servitori si troveranno a vestire gli abiti dei padroni.

    Francesco Montanari

    Al suo fianco ci sarà Paolo Briguglia (Dorante), che abbiamo visto ne I cento passi. I due servi sono invece Francesco Montanari, il Libanese di Romanzo Criminale, e Fabrizia Sacchi (La prima cosa bella, Medicina generale). Formatisi tutti all’Accademia Silvio D’Amico, questi attori sono più noti per i loro lavori al cinema e in televisione. «Dovrebbero azzerarsi i compartimenti stagni fra cinema, teatro e televisione — dice la Sacchi — il nostro lavoro è sempre lo stesso». Completano il cast Emanuele Salce, nei panni del padre di Silvia («Ho accettato questo ruolo perché la Liskova mi si siede due volte sulle ginocchia», scherza) e Sandro Mabellini. La scena è firmata dall’artista fiorentino Giacomo Costa, che si è ispirato a una sua istallazione presentata alla Biennale di Venezia nel 2009. «Per il teatro della Pergola è un momento storico», spiega il direttore generale Marco Giorgetti, e se il regista Piero Maccarinelli parla già di «compagnia della Pergola», Giorgetti precisa che questa «al momento è solo un’idea, intanto vediamo come andrà questa prima produzione, poi valuteremo la fattibilità di questo progetto».

    Gherardo Vitali Rosati

    RIPRODUZIONE RISERVATA

  • SPIP | modello di layout | | Mappa del sito | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0