Home page > 2. Articoli > Il teatro Sotterraneo a Intercity-Helsinki: recensione


Il teatro Sotterraneo a Intercity-Helsinki: recensione

giovedì 15 dicembre 2011

Mail Share
  • C’è un paese in cui la crisi non ha toccato il teatro e i giovani artisti sono costantemente stimolati a nuove creazioni. È la Finlandia, così come ce l’hanno raccontata gli ospiti del Festival Intercity di Sesto Fiorentino, quest’anno dedicato a Helsinki. Un Paese dove la nuova drammaturgia trova sempre il suo pubblico e il teatro vive un momento particolarmente florido. È un piacere sentirlo e conoscere giovanissimi autori che già girano il mondo, anche se i loro testi non sempre funzionano oltre il loro confine. Nelle giornate conclusive del festival, Jussi Moila, classe 1981, ha visto il debutto italiano del suo Coltelli che tagliano l’aria, in una mise en espace firmata dal Teatro Sotterraneo. Un’originale "tragedia", dove i personaggi si scontrano continuamente col coro. Nasce così un serrato dialogo che già nel testo smorza la tragedia e si apre al comico. Uno spiraglio che i giovani del Sotterraneo ‒ appena usciti da un esilarante lavoro sul comico, Homo ridens (foto) ‒ non si sono lasciati sfuggire. Il tragico cede presto il passo a una riflessione formale che sfrutta le ceneri della tragedia per indagare i concetti di Finzione e Personaggio. I dialoghi si fanno paradossali e il Sotterraneo li sfrutta per le sue gags. Un approccio discutibile ma certo deciso e coerente che mette in luce almeno alcuni degli aspetti del testo.

    Meno incisiva la lettura de La ragazza coniglietto di Saara Turunen. A portare in scena la prima lettura nostrana è stato Michele Panella, insieme ad alcuni ottimi attori come Daniela D’Argenio e Monica Bauco e a numerosi allievi della scuola di Intercity. Non aiutata dal cast eterogeneo, la pièce si rivela comunque più debole. È la storia di una ragazza alle prese con i suoi primi amori, condita con i suoi sogni più reconditi. La banalità della trama è sorretta solo in parte da qualche originale trovata scenica o drammaturgica.

    Visti a Sesto Fiorentino, Teatro della Limonaia, il 24 ottobre 2011 Nell’ambito del Festival Intercity Vai al sito del festival

    SCHEDE DEGLI SPETTACOLI

    COLTELLI CHE TAGLIANO L’ARIA

    (VEITSET LEIKKAA ILMAN)

    di Jussi Moila

    a cura di Teatro Sotterraneo

    traduzione Marcello Ganassini

    mise en espace, prima nazionale in italiano

    LA RAGAZZA CONIGLIETTO

    (PUPUTYTTÖ)

    di Saara Turunen

    regia di Michele Panella

    traduzione Delfina Sessa

    mise en espace, prima nazionale in italiano

  • SPIP | modello di layout | | Mappa del sito | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0